Analisi e monitoraggio: campagne di advertising online e visite al sito web

L’advertising “a performance” consente di pianificare investimenti certi, dato che i risultati sono garantiti: il costo dipende infatti esclusivamente dal numero di “azioni” portate a termine, siano essi l’acquisizione di click su Google, di fan per una pagina Facebook, di contatti email qualificati o di registrazioni a un servizio. La conversione è un’obiettivo essenziale per qualsiasi iniziativa di web marketing: indipendentemente dal tipo di azienda, di sito e di modello di business (e-commerce, media company, brand, PMI…), su Internet tutto può essere misurato in termini di obiettivi raggiunti (o meno) dai visitatori: la vendita di un prodotto, la lettura di un contenuto, la registrazione a un sito, la compilazione di un form di contatto, la partecipazione a una campagna promozionale. Per monitorare le visite ad un sito web è ad esempio ormai imprescindibile ricorrere a Google Analytics. Tuttavia è anche necessario impostare una serie di misure di sicurezza preliminari alla la raccolta dei dati, per evitare (per quanto possibile) il verificarsi di “visite fantasma” al sito web, dette ghost referrals, che portano spam sul sito web e hanno l’obiettivo di inquinare i dati raccolti; questo tipo di attacco è purtroppo ormai molto comune tra gli account Google Analytics.

  • Installazione codice di monitoraggio per le visite sul sito web
  • Impostazione misure di protezione preventiva contro i ghost referral più comuni;
  • Ottimizzazione del pannello di analisi dei dati di Google Analytics a livello di: account, proprietà e viste